Papa Francesco: non è sana una preghiera che sia aliena dalla vita



Papa Francesco: “È disumano essere talmente assorbiti dal lavoro da non trovare più il tempo per la preghiera”

Il Papa: non è sana una preghiera che sia aliena dalla vita

Papa Francesco è arrivato intorno alle 9 nel Cortile di San Damaso per l’udienza generale, accolto calorosamente dai fedeli che intonavano in coro: “W il Papa!”.

 Il Pontefice si è intrattenuto a lungo a conversare con i presenti,  ,  in particolare con i gruppi di giovani e firmando autografi sulle foto, lettere, disegni, rosari, immaginette, fotografie, libri, bandiere variopinte, chiacchierando con tutti amabilmente con una famiglia. Francesco ha scherzato dolcemente con un bambino in braccio al suo papà, un po’ timido per l’incontro, a cui ha partecipato.

Il Papa ha fatto dono, anche una di una voluminosa borsa della spesa in plastica bianca, verosimilmente contenente generi di conforto da dare ai più poveri. Il Santo Padre sempre sorridente e rilassato, è  sembrato non volersi staccare più dalla piccola folla di fedeli, con cui si è intrattenuto circa mezz’ora.

Non è sana una preghiera che sia aliena dalla vita. Una preghiera che ci aliena dalla concretezza del vivere diventa spiritualismo, oppure ritualismo”. Così si è espresso papa Francesco, nel corso dell’udienza generale dal cortile di San Damaso.

“C’è un ardore nella vita cristiana, che non deve mai venire meno. È un po’ come quel fuoco sacro che si custodiva nei templi antichi, che ardeva senza interruzione e che i sacerdoti avevano il compito di tenere alimentato. Ecco: ci deve essere un fuoco sacro anche in noi, che arda in continuazione e che nulla possa spegnere. Non è facile, ma deve essere così”. Lo ha detto papa Francesco nell’udienza generale, dedicata oggi, nella penultima del ciclo di catechesi sulla preghiera, a una riflessione sul tema “Perseverare nell’amore”.

Per il Pontefice, “la preghiera è una sorta di rigo musicale, dove noi collochiamo la melodia della nostra vita. Non è in contrasto con l’operosità quotidiana, non entra in contraddizione con i tanti piccoli obblighi e appuntamenti, semmai è il luogo dove ogni azione ritrova il suo senso, il suo perché e la sua pace. Nella preghiera”.
“Certo – ha riconosciuto -, mettere in pratica questi principi non è facile. Un papà e una mamma, presi da mille incombenze, possono sentire nostalgia per un periodo della loro vita in cui era facile trovare tempi cadenzati e spazi di preghiera. Poi, i figli, il lavoro, le faccende della vita famigliare, i genitori che diventano anziani… Si ha l’impressione di non riuscire mai ad arrivare in capo a tutto”.


“Nell’essere umano tutto è ‘binario’: il nostro corpo è simmetrico, abbiamo due braccia, due occhi, due mani.

Così anche il lavoro e la preghiera sono complementari. La preghiera – che è il ‘respiro’ di tutto – rimane come il sottofondo vitale del lavoro, anche nei momenti in cui non è esplicitata.
È disumano essere talmente assorbiti dal lavoro da non trovare più il tempo per la preghiera”


Francesco, “anche il lavoro e la preghiera sono complementari. La preghiera – che è il ‘respiro’ di tutto – rimane come il sottofondo vitale del lavoro, anche nei momenti in cui non è esplicitata. È disumano essere talmente assorbiti dal lavoro da non trovare più il tempo per la preghiera. Nello stesso tempo, non è sana una preghiera che sia aliena dalla vita. Una preghiera che ci aliena dalla concretezza del vivere diventa spiritualismo, oppure peggio ritualismo”.
“In questa circolarità fra fede, vita e preghiera, si mantiene acceso quel fuoco dell’amore cristiano che Dio si attende da noi”, ha aggiunto il Papa, che ha invitato i fedeli a ripetere costantemente nella giornata una piccola preghiera: “Signore Gesù, figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore”.
“Ditela questa preghiera, continuamente, vi aiuterà nell’unione con Gesù“, ha concluso.

Grazie Santo Padre

 

Author: La Fede Cattolica

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Share This